Stemma Campobasso

Turismo
Servizi
Informagiovani
Arte



Campobasso
Dominata dal Castello Monforte, che rappresenta anche il punto più alto della città con i suoi 785 metri s.l.m., Campobasso si presenta al visitatore come la classica cittadina a "misura d' uomo".
Tra le diverse tesi circa l’origine del nome più convincente è quello G.B. Masciotta, che lo fa derivare dalla posizione della città nei confronti del Castello.
Il Castello, infatti avendo le caratteristiche della costruzione normanna, fu costruito, forse sui resti di una vedetta longobarda.
Le voci "vasso", "vassus" e "vassi" nei secoli X-XI indicavano i domestici, soltanto più tardi indicarono i vassalli, perciò la denominazione "Campus vassorum" indicò un tempo la località dove risiedevano i dipendenti del signore e quindi gli artigiani, i coloni, le famiglie dei funzionari del Castello degli armigeri. Col tempo "campus vassorum" si trasformò in "Campus vassi" e per una certa assonanza: Campobasso, che solo per caso corrisponde alla posizione della città rispetto al castello.
Ecco l’opinione di A. Mancini: "Campobasso prese questo nome dalla località dove sorse: bassa relativamente al roccioso colle che le sta alle spalle e alle colline che le sono di fronte". Era questo l’uso dei Longobardi, seguito dai Normanni: infatti la Cronica Vulturnese riferisce che questi cominciarono ad edificare castella invece di tuguri, ai quali dettero i nomi secondo i vocaboli dei luoghi. (Es. Campochiaro, Campomarino, Ripabottoni, ecc.).
Altri casali presero il nome dal titolare delle Chiese e Monasteri....(Santa Croce di Morcone, S. Stefano, ecc.). E’ quindi da escludersi che Campobasso derivi da Campus Vassorum, Campo dei Vassalli: quando sorse e prese nome dal luogo non vi erano che coloni a cui si deve la fondazione della città.